Comunicati, Fasce deboli, Istruzione, Welfare

Bilancio di previsione 2019: Aumentano risorse per sociale, ambiente e istruzione

facciata esterna comune di parma

Approvato in Consiglio Comunale il Bilancio di previsione 2019 del Comune di Parma. Si riconfermano tutti
i servizi mantenendo le tariffe ma andando a implementare le risorse nel sociale, istruzione e ambiente.

L’anno scorso in sede di discussione di Bilancio ci definimmo un ‘comune normale’ – commenta il capogruppo di Effetto Parma, Cristian Salzano – che tuttavia mostrava un’azione amministrativa al di là dell’ordinario. Straordinaria quando riesce a superare il debito di oltre il 60% in pochi anni. Oggi, nonostante questo, non si può non considerare la rigidità di questo bilancio, costretto a solo il 3,54% di parte libera. E’ come amministrare camminando su un filo teso nel vuoto. Buona parte del percorso è stato superato ma restano da tenere in equilibrio, come su un bilanciere, i bisogni dei cittadini con i vincoli di bilancio. Nonostante le difficoltà l’attrattività della città cresce e il turismo vede un incremento delle presenze dell’11%. A dimostrazione che Parma ha creato una cabina di regia ed è capace di fare squadra.

Il Bilancio di previsione 2019 riesce a garantire a parità di servizi più risorse dell’anno precedente per il sociale con 66 milioni e 600 mila euro, investendo il 27% delle risorse (600 mila euro in più rispetto al 2018), per l’istruzione 27 milioni (10,7% della spesa con 1,2 milioni di euro in più), per l’ambiente 45 milioni di euro (18% della spesa corrente, aumentando di 3 milioni le risorse rispetto l’anno scorso). 500 mila euro andranno per nuove assunzioni di personale: 7 agenti della Polizia Municipale, 4 ai servizi educativi e 8 nel sociale.

Ci saranno nuovi fondi per le agevolazioni per affitti, contributi su testi scolastici con gratuità nelle primarie, agevolazioni accesso educativi su famiglie numerose e aumento di 25 posti in convenzione. Investiamo su strutture dedicate al sociale ( 16 milioni di euro) tra cui la ‘casa dei Mille’ in Oltretorrente e una Casa Famiglia nel quartiere San Leonardo rispettando l’impegno con i cittadini.  – continua il gruppo consiliare Effetto Parma – Investiamo e manteniamo l’impegno sul Reddito di Solidarietà Comunale (quest’
anno impiegati 150 mila euro con 89 famiglie sostenute) intervenendo dove RES e REI non arrivano e scegliendo politicamente di non considerare alcuni parametri come il periodo di residenza sul territorio, che una precisa parte politica voleva mantenere. Una scelta, la nostra, che si è rivelata corretta ed equa. Manteniamo un impegno di spesa importante sull’edilizia scolastica (11,4 milioni di euro) aggiungendo come da programma un tassello importante per la città: l’area ex Castelletto dove sorgerà una nuova scuola. Aumentiamo l’impegno sul diritto allo Sport, rendendolo accessibile per molti ragazzi con famiglie in difficoltà.

Purtroppo dobbiamo prendere atto che i bisogni delle persone aumentano e non sono proporzionali alle risorse a disposizione dall’ente. Si ricorda che il tasso di copertura attuale dei servizi ha una media del 36%. Maggiori risorse per la sicurezza ed equipaggiamento per gli agenti della Polizia Municipale, come richiesto da Lega, è già stato fatto. Quello che manca sono gli agenti stessi, ma qui è il Governo che deve decidere di agire aprendo le assunzioni. E’ un comune, questo, che affronta un debito importante, riducendolo
pesantemente. Oggi deve pensare a dove recuperare le risorse per garantire risposte ai cittadini. – conclude Effetto Parma – Nelle mozioni presentate dalle opposizioni in Consiglio Comunale, vediamo solo segni più. Più soldi si chiedono per i cittadini, ma non si leggono proposte a saldo, finendo per mettere a rischio l’equilibrio di bilancio. Dove recuperiamo nuove risorse? Si cammina su un filo, non ci si aspettano applausi, ma vogliamo arrivare all’obiettivo, a fine mandato, senza perdere l’equilibrio.

Gruppo Consiliare

Effetto Parma

Previous ArticleNext Article