Carta dei Valori

Cittadini e Comunità al Centro

Ci unisce l’idea che la politica sia la più alta e nobile espressione sociale dell’uomo, chiamata a guidare le comunità con trasparenza, responsabilità e senso dello Stato. Le organizzazioni politiche devono impegnarsi a proporre soluzioni ai problemi dei cittadini nell’interesse generale, nei tempi più prosperi come nei tempi più difficili. Al centro degli ideali politici consideriamo il cittadino con i propri bisogni e non l’elettore con le sue richieste particolari. I partiti politici hanno confuso i ruoli, considerando i cittadini solo come portatori di voti, anteponendo gli interessi della propria organizzazione a quelli delle comunità. La politica non deve speculare sui problemi dei cittadini, ma dotarsi di una forte e viva passione civica per dare realtà e concretezza alle idee e agli ideali delle persone, risolvendo i problemi in tempi ragionevoli.

Una Politica Laica

Ci unisce l’idea che la politica debba essere autonoma da ogni autorità religiosa. La società e i cittadini devono essere liberi di autodeterminarsi con le proprie scelte in ogni ambito dell’espressione umana e nel rispetto della libertà dell’altro. Ciò va inteso come un impegno a tutelare le scelte personali, politiche, religiose, spirituali e morali, nel rispetto delle leggi di uno Stato di Diritto laico e aconfessionale.

Rifiuto dei totalitarismi

Ci unisce l’idea che ogni politica, ideologia, azione di natura totalitaria, antidemocratica, illiberale, irrispettosa delle diversità, delle libere scelte individuali e in contrapposizione allo Stato di Diritto, democratico e laico, sia da condannare e contrastare concretamente.

Una politica fondata sulle idee e non sulle ideologie

Ci unisce l’idea che il realismo basato sulle idee, sulla creatività, sulla conoscenza e l’intelligenza collettiva debba vincere sulle ideologie. Una politica che insegue un’ideologia si allontana dagli interessi delle comunità, perché impegnata innanzitutto a soddisfare un dogma. In questa visione l’ideologia è centrale, mentre le comunità, con le proprie esigenze specifiche, divengono secondarie.

Coniugare ideale e realizzabile

Ci unisce l’idea che la politica sia l’arte del coniugare la visione ideale con il mondo del realizzabile. In questo modello politico le comunità sono centrali. E’ fondamentale essere dunque forza aperta al cambiamento, impermeabile a interessi consolidati e particolari, a rendite di posizione. Le forze politiche, i movimenti e le realtà civiche che affiancano a ideali e speranze un sano realismo politico, pongono al centro del loro interesse le comunità: il bene dei cittadini si fonda principalmente su ideali di libertà, laicità, democrazia, attivismo, partecipazione e rispetto dello Stato di Diritto.

Politica come servizio civile

Ci unisce la volontà di mettere al centro il cittadino, le comunità e le istituzioni, rispetto agli apparati politici e alle loro organizzazioni, nelle quali le persone sono parte e al servizio di un progetto. La politica deve essere il terreno del dialogo e di incontro di idee differenti, promuovendo l’attivismo e la partecipazione di tutte le forze sociali e individuali, attingendo dalla società le migliori energie.

Sostenibilità

Ci unisce la consapevolezza che le forze politiche debbano promuovere idee e progetti che abbiano come fine il rispetto e la tutela dell’ambiente e delle persone che lo vivono, salvaguardando la preziosa caratteristica di città a misura d’uomo. Una città è il riflesso di tante storie: il suo sviluppo, la qualità della vita, il progresso culturale, sociale e imprenditoriale, devono essere coerenti con la somma di queste storie. Per questo le forze politiche sono chiamate a garantire la qualità ambientale, a promuovere azioni di rigenerazione urbana, mobilità sostenibile e innovazione tecnologica.

Partecipazione come spirito dell'attivismo

Ci unisce l’idea di una cittadinanza attiva, libera e partecipe. Le esigenze e i bisogni del cittadino sono il cuore della comunità, che batte al ritmo dei propri diritti e doveri. Questi rappresentano la vita dinamica delle città e, uniti insieme, accendono la scintilla che dà vita alle comunità in cammino.

Spirito di inclusione

Ci unisce l’idea che una città debba saper valorizzare, promuovere e difendere le diversità e le minoranze. Crediamo che l’incontro di idee e culture differenti sia un valore aggiunto per la comunità e non una minaccia da cui difendersi. È contrastando l’emarginazione che si crea una città più sicura e coesa.

Il ruolo delle città nella nazione e in Europa

Ci unisce la volontà di rilanciare il processo di integrazione per una rinnovata comunità federale europea, alla luce della difficoltà degli Stati nel governare i grandi fenomeni migratori, ambientali, sociali ed economico-finanziari. Alle città è stata affidata la gestione e l’amministrazione delle grandi sfide: il clima, l’ambiente, l’inquinamento, la mobilità, l’energia, l’immigrazione e la povertà. Per questo promuoviamo un modello federalista europeo e municipale capace di affermare la sovranità del cittadino a tutti i livelli istituzionali. Un modello che sappia comprendere ogni spazio d’azione ed espressione umana.

Tutto ciò fa dei firmatari di questo manifesto la rappresentazione ideale di una forza politica che si impegna e si mette al servizio della propria comunità, allo scopo di valorizzare libertà e attivismo, solidarietà e spirito di progresso.