Comunicati

Forum Unesco- Effetto Parma: “Parlamentari parmigiani difendano la loro città da questo scippo”

“Parma non venga scippata all’ultimo minuto del Forum Unesco per ripicche politiche. I parlamentari parmigiani difendano la città in questa importante occasione”. Lo dichiara il gruppo consiliare Effetto Parma che si appella ai parlamentari parmigiani eletti, gli onorevoli Lega, Laura Cavandoli e Maurizio Campari.

“L’amministrazione del Comune di Parma ha chiesto chiarimenti al Ministero degli Esteri dopo che si è messo in dubbio lo svolgimento del Forum Unesco sulla cultura del food e delle industrie culturali creative in città. – dichiara Effetto Parma – Si tratta di un’importante occasione per Parma di ribadire il suo valore come città della gastronomia creativa Unesco e prossima capitale della cultura italiana. Parma si dimostra una realtà culturale e gastronomica unica e non può lasciarsi scippare di questa occasione a causa di presunte ripicche politiche dalla parte gialla del Governo. L’evento si dovrebbe tenere il prossimo 21 e 22 marzo e la città è pronta. Cambiare data o città a questo punto sarebbe solo controproducente. Metterebbe a rischio il successo dell’evento dal forte richiamo internazionale e sarebbe una brutta immagine per l’Italia tutta”.

“Da parte di rappresentanti Lega, come il ministro Gian Marco Centinaio, è arrivata già la solidarietà alla città. Effetto Parma chiede che anche i rappresentanti Lega in Parlamento, eletti a Parma, si schierino per difendere la loro città da quella che pare una decisione e ripicca assolutamente ingiustificata”.

Previous ArticleNext Article