Comunicati, Politica Nazionale

Il contentino del Governo

Sindaci con fascia tricolore seduti di spalle

Sblocco Avanzo amministrazione: 4 milioni (dovuti) al posto dei 18 negati sono il contentino del Governo

Chiamiamo le cose con loro nome: i 4,3 milioni di euro di avanzo di amministrazione sbloccati dal Bilancio per il Comune di Parma non sono altro che un contentino del Governo. Una pezza decisamente inadeguata a fronte dei 18 milioni negati per il Bando Periferie e i 6 progetti previsti.

Lo sblocco significa autorizzare i Comuni a spendere i cosiddetti avanzi di amministrazione per l’anno 2018. Si parla di risorse dei Comuni che adesso vengono liberate, nulla di aggiuntivo o regalato. Un atto, peraltro, dovuto in esecuzione della sentenza della Corte Costituzionale che ha ribadito che tali avanzi rimangano nella disponibilità degli enti. Un intervento — da tempo fortemente richiesto dall’Anci — che qualunque Governo in carica avrebbe potuto e dovuto portare avanti, non certo un merito particolare di Lega e M5S.

Quello che lascia perplessi sono i tempi e le modalità del tutto inadeguati e fuorvianti: come si può avere una visione talmente limitata da pensare che i Comuni possano spendere queste risorse destinate ad investimenti nel tempo limitatissimo per un’amministrazione pubblica di soli tre mesi dalla fine dell’esercizio 2018? Occorre una programmazione coerente con i tempi necessari.

Al di là del positivo sblocco delle risorse, ci sembra significativo, come Effetto Parma, sottolineare questo modus operandi emblematico di un Governo che agisce creando volutamente confusione, che si muove sulla scia di ‘manovre’ più efficaci per l’impatto mediatico che utili a venire in aiuto alle reali esigenze dei Comuni e dei cittadini.

Riteniamo che i nostri comuni, le nostre periferie, i cittadini meritino di più.

Gruppo consiliare

Effetto Parma

Previous ArticleNext Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *