Comunicati, Opere Pubbliche, Quartieri, Riqualificazioni

Sblocco dei fondi per il Piano Periferie. Effetto Parma promuove la raccolta firme.

18 milioni di euro per la nostra città, riportiamoli a casa. Effetto Parma promuove una raccolta firme per chiedere al Governo lo sblocco dei fondi per il Piano Periferie 

Partirà sabato 13 ottobre 2018 un’iniziativa del gruppo consiliare Effetto Parma che interesserà diversi quartieri della città volta a sensibilizzare i cittadini sul Piano Periferie. 

I consiglieri saranno presenti in varie zone con banchetti informativi per richiamare l’attenzione sulle ripercussioni del blocco dei fondi per il Piano Periferie da parte del Governo con il decreto Milleproroghe. Riteniamo infatti fondamentale coinvolgere i cittadini su un argomento che li riguarda così da vicino e diffondere il messaggio su quanto effettivamente Parma oggi ha perso.

Il danno per la nostra città è importante: 18 milioni di euro, 6 progetti di riqualificazione figli di un percorso di condivisione e partecipazione svolto nei quartieri che avrebbe riguardato l’Ospedale Vecchio, perno di Parma2020, il Workout Pasubio, Villa Ghidini, i Rustici del Podere Cinghio, Piazzale Pablo e l’ex Cral Bormioli.

Con la volontà di far ‘rinascere’ questi luoghi, Effetto Parma ha raccolto in passato i suggerimenti dei cittadini e li ha trasformati in progetti. Ha creduto nelle loro idee iscrivendole al Bando Periferie. Oggi, dopo la decisione del Governo di sospendere i fondi, Effetto Parma vuole farsi portavoce dei tanti cittadini delusi dal provvedimento e impegnarsi attivamente per recuperare queste risorse.
Oggi non hanno privato Parma solamente di 18 milioni, hanno privato i nostri quartieri di nuove opportunità attraverso funzioni culturali, sociali, educative, sportive alla base dei sei progetti.

È l’obiettivo della raccolta firme a cui chiamiamo i cittadini. Una volta ultimata, consegneremo al Presidente del Consiglio Conte una lettera scritta da residenti e associazioni in cui i cittadini invitano il Premier a non fermarsi al puro calcolo ragionieristico, ma a riflettere sull’importanza sociale dei sei interventi.

Perché solo ora? A dispetto di quanto dichiarato da qualcuno, abbiamo sempre avuto rispetto istituzionale e atteso le promesse di ripristino fatte dai rappresentanti a Roma. Adesso è ora che questo Governo, se vuole veramente passare dagli slogan ai fatti, mantenga la parola data. C’era un contratto scritto stipulato col Governo Gentiloni. Chi guida oggi il Paese dimostri responsabilità e altrettanto rispetto per i cittadini.
Alcuni di questi progetti sono già avviati, altri con gare bandite: come amministrazione e gruppo di maggioranza Effetto Parma ci siamo impegnati per dare risposta alle esigenze delle periferie e non intendiamo accettare in silenzio passi indietro da Roma.

DOVE E QUANDO: La raccolta firme avverrà a partire da sabato 13 ottobre nei banchetti presenti dalle ore 9,30 alle ore 13 in Via Mazzini, Piazzale dell’Annunziata, Via Venezia (Conad), Via Montanara, Piazzale Pablo e Workhout Pasubio. Gli appuntamenti delle prossime tre settimane saranno comunicati successivamente.

TROVI DOVE E QUANDO FIRMARE QUI:

➡️LINK RACCOLTA FIRME⬅️

Gruppo consiliare

Effetto Parma

Previous ArticleNext Article