Quartieri, Scuole e Asili

Scuola Giuseppe Micheli: i genitori ringraziano l’amministrazione comunale.

A circa un anno di distanza dal trasferimento dell’istituto comprensivo “Giuseppe Micheli”, i genitori che allora manifestarono forte preoccupazione per il destino futuro della scuola e del quartiere, scrivono questa lettera di ringraziamento:

Siamo i genitori di San Leonardo.

É trascorso quasi un anno dalla seduta del Consiglio in cui è stata approvata la delibera del trasferimento del plesso di via Paciaudi dall’Ic Micheli all’Ic Frà Salimbene e, da allora, sono cambiate molte cose che hanno indotto gli scriventi ad indirizzarvi alcuni pensieri e riflessioni.

Il timore che muoveva la nostra comunità all’epoca era soprattutto legato all’assenza di una progettualità complessiva dell’intervento che portasse il nostro Ic ad uno stato di deriva e di abbandono.

Alla luce degli eventi occorsi nell’ultimo anno, sentiamo il dovere di ringraziare coloro che sono riusciti ad avviare un percorso di rinnovamento, valorizzazione ed inclusione tenendo fede agli impegni e alle promesse.

In particolare il nostro ringraziamento è diretto all’irnpegno e alla fermezza degli assessori Seletti e Alinovi, nonché del consigliere Cristian Salzano, che hanno consentito il concreto avvio di progetti utili ed importanti per il nostro quartiere.

Più specificamente intendiamo fare riferimento al progetto di internazionalizzazione che ha fornito un’immagine finalmente positiva al quartiere nel suo complesso e alla scuola e ai lavori di manutenzione e ristrutturazione ordinaria e/o straordinaria dei locali della nostra scuola.

Nel ringraziare per quanto sopra esposto, gli scriventi, consapevoli che il percorso per la valorivazione del territorio e della scuola sia ancora lungo, intendono manifestare l’impegno per portare a temine i progetti avviati e il sostegno per ogni ulteriore iniziativa che possa contribuire a garantire alle nostre scuole ed ai nostri figli, citando testualmente gli obiettivi di Unesco e Unicef nell’accordo di Muscat del 2014, un’educazione di qualità, equa e inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti.

Previous Article